Pubblico alcune foto del palo d'antenna (antenna mast) di alluminio che ho realizzato per operare in portatile in occasione di contest, field day e scampagnate varie…Palo antenna alluminio in campo

Ho comprato dei tubi di alluminio di spessore parete 2 mm, a diametro crescente:

Diametro esterno x Spessore:

25 x 2

30 x 2

35 x 2

40 x 2

45 x 2

50 x 2

55 x 2

60 x 2

La lunghezza dei pali, in commercio, è di 6 metri. Li ho quindi sezionati usando un "flessibile", creando 4 sezioni da 1,5 m per ogni diametro. Sempre con il flessibile, sulla parete di una sola estremità di ogni spezzone di tubo, ho creato due tagli longitudinali lunghi poco più di 5 cm (sono andato un po' ad occhio), in maniera che i tagli fossero in posizioni diametralmente opposte.

Per il trasporto, i tubi infilati uno dentro l'altro occupano una lunghezza di 1,5m. Quando estendo le sezioni telescopiche, faccio rimanere ogni tubo all'interno di quello sottostante per una lunghezza di circa 10 cm. L'estremità apicale del tubo sottostante viene stretta da una fascetta di dimensione adeguata come si vede nelle fotografie (ma si, guardate le fotografie che fanno capire tutto meglio, invece di farmi scrivere parole tipo "apicale"... embarassed) A proposito, se sapete dove acquistare fascette robuste in allumino o acciaio inox a costi accessibili, vi sarei grato se me lo faceste sapere; per ora uso le fascette zincate che vanno comunque abbastanza bene.

In questo modo ho ottenuto 4 pali di alluminio telescopici. A dire la verità, per il momento non ho ancora mai montato il palo con tutte le sezioni. Le foto si riferiscono a un test con antenna Quagi UHF e 6 sezioni di tubo, pari a un palo di circa 8,4 m, più che abbondanti per un'antenna per la lunghezza d'onda dei 70 cm.

 

Palo antenna alluminio visto da lontano

Palo telescopico d'alluminio. Dettaglio fascetta stringi-tubo    Palo telescopico d'alluminio. Dettaglio fascetta stringi-tubo Tagli all'estremità di un tubo e fascetta stringi-tubo.

Per erigere il palo sul campo, potete usare la piastra metallica con una "tazza" del diametro giusto per ospitare la base del tubo. La piastra si blocca salendovi sopra con una ruota dell'automobile. Chiaramente la piastra deve essere molto robusta e la "tazza" deve essere ben vincolata alla piastra. Molti realizzano piastre snodate, in modo che il palo sia abbattibile. Io utilizzo un altro metodo: faccio un foro nel terreno di una 20 o 30 centimetri, in modo che il palo (non completamente esteso) conficcatovi dentro si regga in piedi da solo, poi realizzo un ordine di controventi (qualche volta due ordini, in luoghi molto ventosi con antenne grandi), cioè collego, attraverso una ralla, tre tiranti per ogni ordine di controventi. Uso corda abbastanza robusta, ma parlo di roba semplice e a basso costo, tanto il palo dovrà stare su poche ore poi, a fine contest, smonto tutto e torno a casa. Vincolo i tiranti al terreno grazie a dei picchetti (ne ho di diversi tipi tra cui scelgo a seconda della natura del terreno, sabbioso, argilloso, roccioso, etc.) oppure legandoli a dei supporti naturali (o quasi) tipo spuntoni di roccia, costruzioni esistenti, e così via. I tiranti li tendo bene a mano e poi regolo la tensione con dei tendi-filo, comprati in ferramenta (non nei negozi per nautica, a meno che preferiate spendere cifre irragionevoli!)

 

Trivella

"Vi ho detto tutto, tranne quello che mi sono dimenticato di dirvi" (Amarcord: questa frase mi ricorda il chiarissimo e beneamato prof. Nano del Politecnico di Torino che, con questa frase, concludeva le sue lezioni di Radiotecnica e di Compatibilità elettromagnetica).

Buon divertimento!

 Fonte: prodotto in proprio ik1hge. Citare la fonte www.ik1hge.com.